Wojnicz ha anche le sue attrazioni il palazzone di dambski

Wojnicz è un individuo tra gli insediamenti più banali, tra i quali ha il potere di cadere nella pista delle allusioni della Piccola Polonia. Qui, su una breve rotta da Tarnów, anticipano la sopravvivenza del suono per i visitatori. Uno di questi è il castello di Dąmbski - un modello neogotico penetrante, congiunzioni, un importante riposo dopo i vecchi tempi dell'attuale quartiere. L'attuale casa padronale fu eretta nel 1870 secondo il disegno di Karol Polityka sullo sfondo del precedente edificio. Un importante possessore del palazzone di Wonicz fu Władysław Dąmbski - un eccezionale lealista, che il maniero indiviso servì prima ai cospiratori di novembre e poi - ai cospiratori di gennaio. È sopravvissuto a una professione troppo nativa catturata e condannata in due detenzioni in corso. Dopo l'agonia di Dąmbski, la sua corte passò nelle mani della sua vecchia stirpe giordana. Nel 1936, l'attuale casa padronale era occupata da un cottage di un gruppo di contadini e di notte forniva anche un asilo. Solitario negli anni '90, è cresciuto nella proprietà di Wojnicz plebes e conta su periodici più interessanti. Il vecchio stile assemblato e multipiano può probabilmente essere apprezzato anche da ben tre sveglie eliaciache, che presentano un contatore non divertente per i fan di questo tipo di endemie.