Microscopio a forza atomica

Il microscopio è adottato per visualizzare piccoli oggetti, che di solito sono invisibili a occhio nudo, o per osservare i dettagli di oggetti più piccoli. Nelle nuove fasi, ora ci sono molti tipi di microscopi (acustici, olografici, polarizzanti, stereoscopici e propri, ma il primo che si è verificato nei casi è stato il microscopio ottico.

I microscopi di questo modello usano la luce del giorno per praticare gli oggetti esaminati e i loro creatori sono ammessi a un figlio e un padre - Zaccaria Janssen e Hans Janssen - gli olandesi. Costruirono il loro primo microscopio intorno al 1590, dava solo un ingrandimento di 10 volte anche dal momento che l'argomento attuale non era applicabile. Il momento nella parte moderna è stato realizzato da Antonie van Leeuwenhoek, che ha creato un'altra tecnologia per la levigatura e lucidatura di lenti sottili, che ha portato a un ingrandimento fino a 270 volte. In questo sistema, l'olandese ha migliorato il microscopio, grazie al quale molti hanno conosciuto e sviluppato la biologia. I suoi microscopi sono stati realizzati in modo diverso rispetto a quelli conosciuti dai tempi moderni. Possono essere ammessi semplicemente per lenti di ingrandimento estremamente naturali. Il microscopio di Leeuwenhoek è stato preparato con una sola lente e l'oggetto di prova è stato posizionato di fronte alla lente, la sua parabola poteva essere organizzata con l'aiuto di due viti. Lo strumento stesso era lungo 3-4 pollici, o circa 7-10 centimetri. Il nuovo momento sotto forma di microscopi è arrivato quando sono stati utilizzati gli elettroni. Il primo microscopio di questo tipo - il microscopio elettronico - fu costruito da Ernst Rusk e Maks Knoll nel 1931 a Berlino. La stessa rivoluzione del silicio si basava sull'uso dei microscopi elettronici. hanno anche dato l'osservazione delle più piccole strutture di organelli cellulari. Dalla serie del 1982, fu realizzato il primo microscopio a tunnel a scansione. I suoi creatori furono gli scienziati che ricevettero a Zurigo Gerd Binning e Heinrich Rohrer. Grazie a tali microscopi, si ottiene un'immagine tridimensionale di strutture composte da determinati atomi. Quindi sono state sviluppate molte versioni di questo microscopio per studiare la materia in classe nanometrica. I ricercatori moderni affermano che lo sviluppo della microscopia avvierà lo sviluppo della nanotecnologia, che troverà prestazioni e influenzerà quasi ogni disciplina della vita.