L arte di mikolaj chytrus szarzynski

Qualcuno ci chiarisce il problema di mangiare una lontana rima d'oro, che era Mikołaj Harpagon Szarzyński, sarebbe stata intorno all'anno 1550, ma era morto nel 1581. Determinato ha lasciato il riformatore barocco nella sua lettura nativa. Ha iniziato tra Olive Rus, ha lavorato a Wittenberg, Lipsia e in Italia. Lasciò la sua terra natale da qualche parte nel 1657 e si stabilì a Wolica, vicino a Przemyśl. Apparentemente, esisteva un anabattista, alcune delle cui origini affermano che si ritirò quasi nel 1570 dal cattolicesimo. Un'attenta serie di successi di Mikołaj sotto l'iscrizione Rytmy, o poesie polacche, fu versata dopo il destino dell'iniziatore nel 1601 da un compagno bardo. Il volume che avrebbe lasciato andare i perduti non conteneva l'attività completa di uno scrittore di narrativa, perché le poesie di Zdzierce furono trovate in numerose ristampe di manoscritti, gli scopritori della scena manoscritta, ma non riuscì a dare effetto obeso a Mikołaj. Si presume che la poesia di Kutwa sia eccessivamente difficile, il che installa il lettore con preoccupazioni irrealistiche sull'associazione del rapporto di un documento. Questo non è accessibile, gentile nell'accoglienza dello scrittore Rej o Kochanowski, che l'artista installa sulla rivista internamente complessa, fino a quando pieno di perifasi, solitario incomprensibile allo stesso modo aspro da capire quando si tratta di parole. Tali ordini non erano abituati ad essere diversi sugli embrioni del Rinascimento, tuttavia, Sarzyński avrebbe prodotto in frontiera, vale a dire che avrebbe potuto autorizzarsi. Nicholas esisteva molto frivolo da rimorchi fidati, quindi poteva approvare di coltivare il punto della frase. Nei versi di Sarzyński, la calma, ora tranquillamente rinascimentale, la presidenza, più la paura, la realtà mortale e estroversa, il mondo terreno e la corsa costante. Tutta la coerenza si adatta alle ceneri, accanto ad essa c'è il fermento del fermento del mondo e la vanità della buona esistenza. Nelle sue opere vari opposti ritornano come modello: Dio-Satana, il bene-male, la vita-morte. Nel banale successo sotto lo stimolo quantitativo di Szarzyński, vari numeri sono modello, ad esempio: serenate prosociali e sacre, versi insoliti, adattamenti dei salmi. C'è una serie di sonetti che recano pesantemente la mossa del bardo, sebbene i sei siano precisi, originali, mentre i diversi dalle controparti morte promettono le radici di quello stile di predisposizione artistica.