Illuminazione di emergenza nella hall

Ogni casa, compresa la sua ubicazione, insieme al regolamento del ministro delle infrastrutture, nell'aprile 2002, deve necessariamente disporre di un impianto di illuminazione di emergenza. Tale luce viene utilizzata in blocchi per l'improvvisa mancanza di elettricità, fuoco o nuovi eventi casuali. In dipendenza dai centri di alimentazione, questa illuminazione è prevista per: centrale fornita e dispersa.

Buniduo Gel Comfort

La marcatura appropriata delle vie di fuga e della sorgente luminosa di emergenza garantisce la sicurezza per le persone che vivono o escono dai locali dell'edificio in cui è stata persa la normale alimentazione elettrica.

I dispositivi diretti a illuminare le vie di fuga e le vie di emergenza dovrebbero soddisfare gli standard di base in modo che le loro prestazioni abbiano l'effetto desiderato. Gli apparecchi di queste sorgenti luminose sono realizzati in policarbonato e cooperano con le batterie. Il tempo di lavoro di una tale sorgente di luce dipende dall'elemento che è stato installato ed è compreso tra 1 e 3 ore. Una nuova soluzione potrebbe essere l'uso di un apparecchio raster in lamiera e un sistema di polvere. I riflettori sono rivestiti in alluminio e la loro forma parabolica garantisce un'illuminazione ottimale. Negli interni con elevata capacità cubica, elevata umidità e impollinazione più importante, come ad esempio: capannoni di produzione, magazzini, gallerie o officine, vengono utilizzati apparecchi fluorescenti. La loro proprietà è un grado più forte di impermeabilità IP.

La situazione nel settore delle costruzioni e, in aggiunta, le tecniche innovative, rendono anche i requisiti per i moduli di illuminazione. Questo è diventato il motivo del crescente utilizzo di dispositivi come le lampade a LED.

L'illuminazione di emergenza a LED non è solo efficiente dal punto di vista energetico, ma anche più efficiente e garantisce un periodo di garanzia più lungo per il funzionamento senza problemi. Soddisfa tutte le raccomandazioni e le aspettative dei clienti che chiedono buoni arredi per l'edilizia, in conformità con gli standard polacchi.